Pane sfogliato all’olio extravergine

Created with Nokia Smart Cam

Ingredienti :

  • 500 gr. di farina O
  • 225 gr. di latte
  • 10 gr. di lievito birra
  • 90 gr. di olio extravergine d’oliva
  • 12 gr. di sale
  • 1 cucchiaino di miele
  • Una teglia (diametro di 24 cm circa )
  • carta forno della misura della teglia

Created with Nokia Smart Cam

Mettete nella planetaria il latte ,il lievito e il miele ,sciogliete bene e aggiungete la farina , aggiungete l’olio a filo , sempre impastando , fino a farlo assorbire tutto . In ultimo  aggiungete il sale. Formate  una palla e fate lievitare in un contenitore unto con un po di olio,fino al raddoppio (circa 2 ore ). Una volta lievitato  stendetelo con un mattarello dando una forma rettangolare . Spennellate la superficie dell’impasto con olio extravergine , arrotolate l’impasto su se stesso dal lato lungo e tagliate con un coltello affilato 9 pezzi : 1 al centro e gli altri 8 intorno . Spennellate nuovamente con olio extravergine , se gradite potete  cospargere la superficie con sesamo o semi di papavero o semi di girasole ( o tutti e tre ) .  Fate lievitare nuovamente per 1 ora .

Ponete in forno caldo 200 gradi per 15 minuti , indi proseguire a 170 gradi per altri  20 minuti circa .

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

2013 in review

The WordPress.com stats helper monkeys prepared a 2013 annual report for this blog.

Here’s an excerpt:

A New York City subway train holds 1,200 people. This blog was viewed about 8,100 times in 2013. If it were a NYC subway train, it would take about 7 trips to carry that many people.

Click here to see the complete report.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Al via il primo corso di cucina amatoriale a Messina !

Digressione | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Gnocchi di Melanzane al Pomodoro fresco

Ingredienti:

600 grammi di melanzane

200 grammi di farina 00

2 uova

basilico

60 grammi di parmigiano reggiano

olio extra vergine d’oliva

4 pomodori maturi

uno spicchio d’aglio

sale e pepe

Preriscaldate il forno a 180°C.

Rivestite una teglia  di carta forno.

Lavate le melanzane e tagliatele nel senso della lunghezza, adagiatele sulla teglia e lasciatele appassire per circa 40 minuti , dovranno essere molto morbide all’interno.

Lasciatele intiepidire.

Mettete a scaldare a fiamma molto bassa una padella con un po’ d’olio d’oliva e uno spicchio d’aglio schiacciato  , l’aglio dovrà appena imbiondire .

Intanto tritate la polpa delle melanzane su un tagliere e strizzatele per far uscire quanta più acqua possibile.

Togliete l’aglio dall’olio e mettete le melanzane a cuocere, per farle asciugare ulteriormente.

Mentre le melanzane si asciugano tagliate a dadini i pomodori e lasciate che sgocciolino un po’ d’acqua in un colapasta. Quando vi sembreranno pronte (ci vorranno cinque minuti) tiratele fuori dalla padella e mettetele a intiepidire in una ciotola di vetro di media grandezza. Non togliete la padella dalla fiamma (che sarà sempre molto bassa), aggiungete ancora olio e un altro spicchio d’aglio, e quando sarà dorato aggiungete i dadini di pomodoro, così alla fine avrete già un bel sughetto pronto per condire i vostri gnocchi.

Mentre il sugo cuoce aggiungete alle melanzane la farina, il basilico spezzettato con le dita  il parmigiano grattugiato, l’ uovo e alla fine il sale, e mescolate, all’inizio con una forchetta e poi con le mani.

Formate gli gnocchi con l’aiuto di una forchetta e lasciateli riposare cinque minuti, giusto il tempo che l’acqua per cuocerli bolla.

Metteteli a cuocere, scolateli quando vengono in superficie (lasciateli qualche minuto in più se li volete morbidi, a me piacciono al dente quindi li ho tolti subito); condite con il sugo di pomodoro e una spolverata di pepe e portate a tavola.

Pubblicato in Primi Piatti | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Cucinare è divertente , creativo , terapeutico !

Stiamo organizzando dei corsi , amatoriali , di cucina nelle città di Palermo , Messina e Siracusa . I nostri corsi vogliono essere l’occasione per apprendere tecniche di base , perfezionare tecniche già acquisite , acquisire trucchi , astuzie e abilità che vi consentiranno di preparare un menu completo , dall’antipasto al dessert.

Per informazioni : cucinarechepassione@tiscali.it

I corsi potranno svolgersi  in un unico pomeriggio  della durata di circa 4 ore oppure , a secondo dei casi ,  a cadenza bi o trisettimanale nell’arco di 1-2-3 settimane  e riguarderanno prevalentemente :

– Il pane  (durata 1 settimana : 2 pomeriggi in totale  )

-Pizze e focacce (durata 1 settimana: 2 pomeriggi in totale)

-La pasta fresca e ripiena (durata 1 settimana : 2 pomeriggi in totale )

-La cucina dell’Antica Tradizione Regionale Siciliana (durata 3 settimane : 6 pomeriggi in totale )

– Buffet  e Finger Food mediterraneo (durata 1 settimana : 2 pomeriggi in totale )

-Basi di Pasticceria e Biscotti  (durata 1 settimana : 2 pomeriggi in totale)

-Soufflè e flan dolci e salati (durata 1 settimana : 2 pomeriggi in totale)

-Dolci al cucchiaio

– La coppia in cucina ( lui e lei alle prese con la preparazione di un menu completo. Una romantica  e divertente occasione per trascorrere insieme del tempo : durata circa 4 ore)

Per maggiori informazioni : cucinarechepassione@tiscali.it

Pubblicato in Antipasti, Contorni, Corsi di Cucina ( NEW ! ), Dolci, Marmellate e Confetture, Menu di Natale, Menu di Pasqua, Pane e pizza, Piatti Unici, Primi Piatti, Secondi Piatti, Uncategorized, Vini | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Ravioli di patate in sfoglia di basilico

Ravioli di patate in sfoglia di basilico

Ingredienti per 4 persone

500 gr patate

500 gr farina 00

2 tuorli

1 mazzetto di basilico

700 gr. ricotta

100 gr parmigiano

sale

pepe

La prima cosa da fare è mettere a colare la ricotta in modo che perda il suo siero .

Lessare le patate , pelarle e passarle rapidamente dentro un recipiente con uno schiacciapatate . Lasciarle raffreddare indi aggiungere poco per volta la farina e i due tuorli . Formare un panetto e lasciarlo riposare .

Amalgamare la ricotta con il basilico spezzettato (con le dita …non utilizzate oggetti in metallo perchè si ossida) e aggiungere il parmigiano grattuggiato .

Stendere la pasta , man mano che la sfoglia va assottigliandosi avere cura di inserire tra due sfoglie qualche foglia di basilico , indi ripassarla con il mattarello o con la sfogliatrice in modo da far rimanere le foglie di basilico all’interno delle due sfoglie  .

Sistemare dei mucchietti di ripieno su una sfoglia e sovrapporre la seconda sfoglia . Con l’aiuto di una rotella tagliare tutto intorno alla pasta per formare i ravioli . Accertatevi siano ben sigillati ai lati .

Lessateli in acqua salata per circa 3/4 minuti . Potete condirli con del burro fuso e parmigiano o con una salsa di pomodoro fresco .

Pubblicato in Primi Piatti | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Agnello agglassato

La pecora nasce come “agnidduzzu” , poco dopo diverrà “agneddu” per finire la sua vita come “agnidduni” …

  • agnello a pezzi 1,5kg
  • pomodori maturi 4
  • patate 600g
  • cipolle 2
  • vino bianco secco
  • alloro 1 foglia
  • brodo vegetale
  • prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe
Lavate e asciugate bene l’agnello, se la carne ha un odore molto intenso e forte tenetela a bagno per qualche minuto con acqua diluita con un po’ d’aceto o il succo di mezzo limone.
Tagliate le cipolle finemente, mettetele in un tegame con fondo spesso e fatela imbiondire.
Unite i pezzi  di agnello e fateli rosolare insieme alla foglia di alloro (che successivamente verrà scartata) fino a dorare la carne uniformemente.
Aggiungete i pomodori precedentemente sbollentati , pelati, privati dei semi e spezzettati, e fate insaporire per qualche istante.
Sfumate tutto quanto con il vino a fiamma vivace, aggiustate di sale, macinate sopra un po’ di pepe e unite il prezzemolo.
Coprite tutto a filo con il brodo vegetale e fate cuocere dolcemente per 30 minuti.
Trascorso questo tempo, unite le patate tagliate a tocchetti  e continuate la cottura sempre a fiamma bassa per un’altra mezz’ora. Fate intiepidire e servite.
Note: con lo stesso condimento è possibile condire la famosissima pasta col sugo dell’agglassato
Pubblicato in Menu di Pasqua, Piatti Unici, Secondi Piatti | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Anelletti al Forno

A Pasqua , com’è noto  , il palermitano resuscita .  

Non si sa se lo faccia per solidarietà , per emulazione  o più semplicemente perchè la tradizione così vuole da sempre . Escluderei sia a causa del  clima primaverile , perchè è piuttosto frequente che da noi a Pasqua piova …..  

Non credo si possa delineare  un menu con ricette tipicamente pasquali ; mi spiego …. in Sicilia , durante tutto l’anno , il pranzo della domenica è ancora , perlomeno in moltissime famiglie , compresa la mia ( !!) ,  il pranzo tradizionale  della festa e per tradizionale intendo : antipasto, primo, spesso due secondi , contorni vari,  frutta , dolci  in quantità.

Va da sè che la domenica del giorno di Pasqua il tutto venga moltiplicato in quantità da guinnes dei primati; non mancheranno i cardi , i carciofi e broccoli fritti in pastella , gli anelletti al forno , la pasta col sugo dell’agnello agglassato , il falsomagro o brociolone , il succitato agnello agglassato , i broccoli affogati e per finire la  cassata al forno e/o i cannoli di ricotta .

Ma, chi pensa che il palermitano si lasci intimorire dal tempo inclemente si sbaglia , il giorno di Pasquetta (leggasi Lunedì dell’Angelo) si va tutti a fare la scampagnata alla Favorita , anche se nevica . 

Ed è appunto al parco della Favorita che ha luogo   l’apoteosi dell’ “arrostimento di qualsiasi cosa ” ,  dalla salsiccia all’agnello, dagli involtini alle “stigghiole” , qualsiasi cibo possa essere minimamente adatto ad essere arrostito  viene giustiziato sulla brace  ; fumi e profumi si diffondono , mischiandosi con profumi e fumi  degli “arrostimenti ” delle province attigue ..

Insomma un luuuuungo  week end da leoni ….!

Ed ecco la ricetta degli Anelletti al Forno per 6/8  persone  :

Preparazione del ragù

  • macinato di vitello 500g
  • cipolla 1 piccola
  • carota 1
  • sedano 1 ciuffo
  • alloro 1 foglia
  • 250g concentrato di pomodoro sciolto in 1/2 lt d’acqua o 500 grammi di passata di pomodoro
  • noce moscata un pizzico
  • sale e pepe nero
  • vino bianco secco 1/2 bicchiere
  • piselli 150g
  • olio extravergine d’oliva

Tritate finemente  la cipolla, la carota ed il sedano.

Lasciate appassire con un filo d’olio in un tegame possibilmente con fondo spesso . Aggiungete il tritato e rosolatelo a fiamma vivace, grattugiando sopra un po’ di noce moscata; bagnate con il vino e fate sfumare.

Versate  l’estratto di pomodoro sciolto in mezzo litro di acqua calda o in sostituzione la passata  di pomodoro, aggiungete il sale  e la foglia di alloro.

Mescolate e cuocete dolcemente per 50 minuti. Se vi sembra che si asciughi troppo, aggiungete dell’acqua calda .

A metà cottura, aggiungete i piselli, il pepe e controllate  di sale. Considerate che il ragù non deve essere molto ristretto.

Nel frattempo mettete sul fornello  la pentola con l’acqua  per la pasta.

Preparazione del timballo

  • anelletti 500g
  • mozzarella 250g
  • uovo 1
  • parmigiano grattugiato abbondante ( o pecorino o caciocavallo o entrambi)
  • pangrattato
  • olio extravergine d’oliva

Preparate una teglia da forno unta con abbondante olio e cosparsa di pangrattato.

Cuocete gli anelletti molto al dente, scolateli bene e rimetteteli  nella pentola.

Condite con il ragù,  ma conservatene circa 3 mestoli .

Aggiungete abbondante parmigiano  o pecorino o caciocavallo e mescolate ancora.

In una ciotola  rompete l’uovo, dategli una battuta veloce e unitelo alla pasta; amalgamate il tutto delicatamente.

Disponete  un primo strato , con metà  degli anelletti ,  nella teglia ( unta d’olio  e passata con il pangrattato)  schiacciate leggermente e mettete il  ragù  che prima avevate messo da parte.

Mettete sopra le fettine di mozzarella.

Coprite con il resto degli anelletti , pressando bene  in modo da rendere la superficie compatta .

Spennellare con dell’olio extravergine  la superficie e coprite con altro pangrattato ( il risultato sarà una crosta buonissima !)

Infornate a 180° in forno ventilato per 25 minuti, o fino a quando la superficie non risulta dorata .

Fate riposare circa 15 minuti prima di  servire.

Pubblicato in Menu di Pasqua, Piatti Unici, Primi Piatti, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Casarecce con crema di pesto al basilico , pomodori secchi e pistacchi di Bronte

Ingredienti:
400 gr di pasta tipo casarecce  
200 gr di ricotta freschissima possibilmente di pecora
90 gr di Pomodori secchi essiccati al sole di Sicilia
Un filo di Olio Extravergine di Oliva cultivar Biancolilla
pesto di basilico
50 gr di Pistacchi di Bronte

Procedimento:
In una casseruola  mettere i pomodori secchi ricoperti di acqua e e farli bollire  per 3-4 minuti .
Lasciarli riposare circa 20 minuti nell’acqua stessa di ebollizione. Quindi passarli sotto il getto di acqua fredda corrente, scolarli e tagliarli a pezzettini.
In una padella versare un filo d’olio, la ricotta fresca (lasciata colare fin quando perde un po’ di liquido) , il pesto di basilico  e i pomodori secchi a pezzettini.

Mettere sul fuoco  e mescolare fino a quando gli ingredienti  avranno formato una crema , se troppo densa aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta .

Cuocere la pasta in acqua salata, scolarla e saltarla insieme al suo condimento.
Infine impiattare , spolverizzando la superficie con pistacchi di Bronte tritati .

Pubblicato in Menu di Pasqua, Primi Piatti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Torta di Pistacchi di Bronte e Cioccolato

Questa galleria contiene 2 immagini.

Ingredienti (per 10 persone) 150 g di pistacchi di Bronte  tostati – 250 g di cioccolato fondente – 170 g di burro – 150 g di zucchero – 6 uova – 20 g di farina 00 – 1 bustina di … Continua a leggere

Vota:

Galleria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento